Raggiunta quota 35 sforamenti annuali PM10

Abbiamo fallito. Anche quest’anno abbiamo fallito nell’impegno per migliorare la qualità dell’aria. Giovedì 17 marzo a Rovigo si è raggiunto il 35esimo sforamento annuale della quota massima giornaliera di Pm10 e il giorno dopo è arrivato, inesorabile, il 36esimo. Questa è l’asticella massima fissata di giorni di superamento dei 50 microgrammi per metro-cubo di polveri sottili, un limite fissato per legge. Un limite che da 18 anni superiamo costantemente. Da un punto di vista statistico stiamo parlando di un dato in linea con quelli degli ultimi cinque anni che ci hanno visto bruciare rapidamente, prima della Primavera, la nostra “quota annuale” di superamenti. Nel 2017 è stato il 19 marzo, nel 2019 il 22 febbraio, nel 2020 il 14 febbraio e nel 2021 il primo marzo (unica eccezione il 2018 con il 14 novembre).

Data raggiungimento 35esimo sforamento Pm10 annuali

Certo, le concentrazioni di inquinanti nell’aria sono molto legate alle condizioni meteo e 100 giorni senza pioggia non stanno sicuramente aiutando. Certo è che anche che lo smog sia pericoloso per la nostra salute. Ed è anche certo che, negli ultimi 10 anni, ci sia stato un lentissimo miglioramento ma non ancora sufficiente per rientrare nei parametri UE e men che meno in quelli dell’OMS.

Andamento dei superamenti dei 50 µg/mc

Un fallimento, dicevamo, un fallimento per tutti. Per le Associazioni ambientaliste che non riescono a far valere il peso delle loro battaglie per ottenere cambiamenti concreti. Per le Amministrazioni (a tutti i livelli) che brancolano nel buio per contrastare il fenomeno, avanzando a suon di editti di difficile applicazione. Un fallimento per noi cittadini che vediamo vanificato il nostro impegno individuale per un mondo migliore.

I grandi problemi contingenti dell’oggi ci spingono a cacciare ancora più lontano la crisi climatica ma il livello dei nostri fiumi ci riporta con i piedi per terra, una dimostrazione ancor più concreta del nostro fallimento collettivo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...