ANELLO CICLABILE DELLE MURA

Rovigo possiede, nascosta, una cinta muraria medievale che ne delimita il centro storico. Molte città in Italia, più fortunate della nostra, hanno ampi tratti di queste infrastrutture resi spesso dei bellissimi percorsi ciclabili (vedi Ferrara e Lucca). FIAB si chiede se non fosse possibile immaginare uno sviluppo analogo per la nostra città e la risposta … Continua a leggere ANELLO CICLABILE DELLE MURA

Ciclovie per le frazioni

Rovigo non presenta collegamenti ciclabili diretti completi con le sue numerose frazioni eppure non si trovano a grandi distanze dal centro cittadino (una media di 6 km, poco più di 20 minuti in bicicletta).FIAB qui di seguito ha provato ad individuare quali potrebbero essere degli itinerari a prevalenza ciclabile ideali per le frazioni. Abbiamo scelto … Continua a leggere Ciclovie per le frazioni

Anelli verdi urbani

Immaginare Rovigo cinta da delle mura medievali è ormai una ricerca difficile ma non impossibile e anche molto divertente. Come FIAB ci siamo chiesti: cos'altro possiamo immaginare cingere la nostra città? La risposta l'abbiamo trovata nei parchi e nella vasta campagna. Così abbiamo provato a guardare se fosse possibile pensare a dei percorsi ad anello … Continua a leggere Anelli verdi urbani

Petizione per i 30 km/h

L' ECF, la Federazione ciclistica europea, di cui Fiab Onlus fa parte, ha lanciato una petizione per l'introduzione del limite di velocità di 30 km/h in tutti gli Stati dell'Unione. La campagna "making the streets liveable!" si propone di rendere le strade europee vivibili. Il limite dei 30 km/h è un modo a basso costo … Continua a leggere Petizione per i 30 km/h

Mobilità dolce a Rovigo

Venerdì 14 giugno ore 21.00, presso "la Fionda" bottega del commercio equo e solidale in via della Tecnica 10, incontro con Assessore alla mobilità del Comune di Rovigo Germano Rizzi e il Presidente della Fiab Luca Dall'Ara. Si tratta di un'occasione di confronto fra le proposte della Fiab di Rovigo e le attività ed progetti … Continua a leggere Mobilità dolce a Rovigo

La giunta Piva odia i ciclisti?

Finora solo avvisaglie: errori, incuria, indifferenza, mediocrità, false promesse, ecc. Con il progetto di rotatoria tra le vie Regina Margherita e Pace-Alighieri, Sindaco e Amministratori comunali (e progettisti) hanno dichiarato esplicitamente la loro avversione a pedoni e ciclisti. Le rotatorie, lo ribadiamo, sono un toccasana per il traffico automobilistico: eliminano le fermate a motore acceso, … Continua a leggere La giunta Piva odia i ciclisti?

S.i.n.d.a.c.o! 2013

Sabato 15 giugno 2013 dalle ore 17.00 in p.zza V. Emanule II a Rovigo si svolgerà la bici-manifesta zione S.i.n.d.a.c.o! Scampanelliamo Il Nostro Diritto Alla Ciclabilità, Ostrega! Aderiscono il Comitato diritto alla città, Fai, Legambiente Lipu, Italia Nostra, Uisp, Wwf. Programma: - “Inaugurazione” del sottopasso ciclabile per Sarzano e la cittadella sanitaria. - Sosta e … Continua a leggere S.i.n.d.a.c.o! 2013

Osservazioni via Fuà Fusinato

Il progetto di percorso ciclabile Via Fuà Fusinato ignora completamente le nostre proposte. Non si prevedendo i collegamenti con i luoghi di interesse (ospedale e centro storico) e le piste ciclabili presenti (Viale Trieste) e future (Viale Tre Martiri). Esprimiamo un certo rammarico e delusione in quanto - a nostro giudizio - ancora una volta … Continua a leggere Osservazioni via Fuà Fusinato

Strade 30 km/h

Molte città europee e solo in Gran Bretagna Liverpool, Oxford, Cambridge, Newcastle, Portsmouth, Brighton hanno adottato il limite obbligatorio di 30 km/h (20 mph) nella maggior parte delle strade cittadine. Quasi 10 milioni di persone vivono oggi in queste comunità. Perchè non può essere possibile anche in Italia? Per approfondire vedi http://www.20splentyforus.org.uk Leggi anche Petizione … Continua a leggere Strade 30 km/h

L’Italia cambia strada

Manifestazione nazionale il 4 maggio 2013 a Milano concentramento alle ore 14:30 in Piazza Duca d’Aosta (Stazione Centrale). Aderisce anche la Fiab nazionale. Pedoni, Pedali e Pendolari uniti per modificare il modello di mobilità vigente spostando le risorse pubbliche laddove si spostano le persone. La Mobilità Nuova sposta i soldi per muovere le persone. La … Continua a leggere L’Italia cambia strada