19 aprile: Abbazie e ville di Candiana

16718476La Primavera è iniziata ed eccovi a voi la prima ciclo-escursione che ci porterà a conoscere le ville e le abbazie di Candiana.

Iscrizioni in sede entro il 16 aprile, come sempre è previsto un pranzo al sacco.

Programma dettagliato

Ore 8.00 ritrovo dei partecipanti a Piazzale Cervi- ore 8,15 partenza. Ci dirigeremo verso la ciclabile Chiara Lubich che parte dai giardini dell’ex-Balilla, raggiungeremo l’argine dell’Adige sino a Boara Polesine, sottopasso del ponte e continueremo sempre lungo l’argine dx per lo sterrato (in buono stato) sino al ponte di San Martino di Venezze. Si oltrepassa il ponte sull’Adige ad Anguillara V.ta e si entra in provincia di Padova, dopo breve tratto si strada provinciale si entra in pista ciclabile in località Taglio e si prosegue sino a Bagnoli di Sopra dove arrivati a Villa Widmann continueremo sempre lungo la locale ciclabile verso località San Siro sino a raggiungere la superstrada Monselice-mare. Oltrepassato l’incrocio dopo un paio di chilometri arriviamo a destinazione. Incontreremo prima Pontecasale e subito dopo la sede comunale: Candiana. Sosta lungo il percorso.

Ore 11,30 visita al Duomo di San Michele Arcangelo con la gentile guida dell’architetto Sergio Longhin. La storia del duomo coincide con le prime informazioni sul comune con l’atto di fondazione del monastero cluniacense nel 1097. Il monastero diventa abbazia e passa ai Canonici Regolari di San Salvatore nel 1462; la fabbrica attuale è quella costruita fra il 1491 e il 1502 ed è attribuita a Lorenzo da Bologna. Il monastero viene, infine, soppresso nel 1783. Il Duomo è anche conosciuto con l’appellativo di “Cattedrale di campagna” attribuitogli dall’allora cardinale Agostini, vescovo di Padova. Recentemente si è conclusa la prima fase dei lavori di restauro della navata e del soffitto centrale resisi necessari in seguito agli ingenti danni provocati da un incendio scoppiato nel 2003.

ore 12,30 visita alla Villa Garzoni- Michiel del Sansovino, a doppia loggia (1536-66); situata nel piccolo borgo di Pontecasale e rappresenta anche l’unico esempio di costruzione di campagna progettata dall’artista stesso. La Villa è circondata da un’imponente cinta muraria che raccoglie al suo interno oltre al fabbricato, le scuderie e i terreni: una grande cancellata sulla strada principale apre verso un viale di statue che accompagna il visitatore fino alla scalinata che porta all’ingresso della Villa. La facciata è a doppia loggia e sul retro si apre uno splendido cortile porticato, tradizionale nell’architettura tipica della Bassa: sul fianco si possono ammirare lunghe barchesse, il parco e una cappellina che custodisce stucchi disegnati dallo stesso Sansovino. Non lontano troviamo Villa Renier-Zilio, costruita intorno al XVII sec., essa rappresenta uno splendido esempio di architettura veneta seicentesca con la sua sobria facciata alleggerita da un’ elegante trifora. Alle spalle della villa, ombreggiata da un parco secolare, sorge una grande barchessa che si distingue per il suo arioso porticato e la muratura in pietra a vista.

Ore 15, 00 Partenza per il ritorno. Riattraverseremo la SR 104 e lungo via del Cristo arriveremo ad Agna, ci dirigeremo quindi verso Borgoforte dove raggiungeremo l’argine sx dell’Adige sino ad Anguillara Veneta dove riattraverseremo il ponte ed arriveremo a Rovigo dopo le ore 17.
Annunci